Il territorio nazionale si estende per 4.395 km da nord a sud  e 4.319 km da est a ovest. Si estende per tre fusi orari, il più occidentale dei quali è un'ora avanti rispetto all’Eastern Standard Time degli Stati Uniti. Il fuso orario della capitale (Brasilia) e delle zone più popolate del Brasile lungo la costa orientale (UTC-3) è due ore avanti rispetto all’Eastern Standard Time, tranne quando  viene adottata l’ora legale, a partire da ottobre e fino a febbraio. Le isole dell'Atlantico sono nel fuso orario orientale.

Al Brasile appartiene l'arcipelago di Fernando de Noronha, situato a 350 chilometri (217 miglia) a nord-est del suo "corno", così come diverse piccole isole e atolli nell'Oceano Atlantico - Abrolhos, Atol das Rocas, Penedos de Sao Pedro e Sao Paulo, Trindade e Martim Vaz. Nei primi anni Settanta, il Brasile ha dichiarato un’estensione delle acque territoriali pari a 362 chilometri (225 miglia) dalle coste del paese, comprese quelle delle isole.

Sulla fascia orientale del Brasile, la costa atlantica si estende per 7.367 km. Ad ovest, in senso orario da sud, una frontiera terrestre di 15.719 km separa il Brasile da Uruguay, Argentina, Paraguay, Bolivia, Perù, Colombia, Venezuela, Guyana, Suriname e Guyana Francese. Gli unici paesi del Sud America con cui il Brasile non confina sono il Cile e l'Ecuador. Alcune brevi sezioni di tale frontiera sono contese, ma non ci sono vere e proprie controversie di confine con i paesi vicini.

Il Brasile, il cui nome deriva dalla vegetazione tipica del paese, ovvero il “legno color brace” (pau brasil), presenta una grande varietà di ecosistemi: se ne possono individuare addirittura cinque, tra cui la foresta pluviale tropicale, il Pantanal, il Cerrado, la Mata Atlantica e la pampa e le sue zone circostanti.

Regioni Geografiche

1 Centro-Ovest
2 Nord-Est
3 Nord
4 Sud-Est
5 Sud

Gli Stati brasiliani.

I 26 stati federati brasiliani e il Distretto Federale (Distrito Federal) sono divisi convenzionalmente in cinque regioni: Nord, Nord-Est, Sud-est, Sud e Centro-Ovest. Ogni stato è diviso in municipalità (municípios) ognuno con un suo Consiglio (câmara de vereadores) e Sindaco (prefeito), autonomi e indipendenti sia dal governo federale che da quello statale. Nel 1996 si contavano 5.581 municipalità. Molte di questi, assimilabili alla contee statunitensi, sono a loro volta suddivise in distretti (distritos), che non hanno autonomia politica o amministrativa. A fini puramente statistici, nel 1990 le municipalità sono state raggruppate in 559 micro-regioni, che a loro volta costituivano 136 meso-regioni. Questo gruppo ha modificato la divisione precedente micro-regionale risalente al 1968, una divisione che  stata utilizzata per presentare i dati del censimento per il 1970, il 1975, il 1980, e il 1985.

Ciascuna delle cinque principali regioni ha un ecosistema distinto. Tuttavia i confini amministrativi non coincidono necessariamente con quelli ecologici. Oltre alle differenze di ambiente fisico, anche i modelli di attività economica e di insediamento della popolazione variano ampiamente tra le regioni. Le principali caratteristiche ecologiche di ciascuna delle cinque regioni principali, così come le loro caratteristiche principali socioeconomici e demografici, sono riassunti di seguito.