PEOPLE
I Brasiliani considerano sacro il tempo trascorso in famiglia e cenare tutti insieme è una consuetudine molto diffusa, come del resto lo è nella cultura portoghese; curano anche le relazioni sociali secondo regole e tradizioni che vengono tramandate di generazione in generazione.

Il retroterra eterogeneo dei brasiliani, il fatto che nelle loro vene scorra sangue di popoli diversi, conferisce al paese una piacevole connotazione multietnica: ci sono i discendenti dai nativi americani, degli schiavi africani, degli europei.

Non sono diffusi sentimenti razzisti, infatti non si guarda il colore della pelle, per contro sono molto sentite le differenze di classe sociale.

A tanti tipi di cultura corrispondo tanti tipi di celebrazioni e feste, molte delle quali incentrate su canti e danze; spicca tra tutte il Carnevale.

Le popolazioni indigene vivono sparse in tutto il paese, molte in zone rurali o in zone addirittura inaccessibili parlano idiomi diversi, lavorano la terra e raramente comunicano con il mondo esterno.

Il governo brasiliano li protegge e li tutela e a questo fine ha donato loro la terra.

Il Brasile può essere considerato un crogiolo di energie e di fermenti culturali; tale da renderlo ogni anno una meta estremamente attraente  per turisti di ogni parte del mondo.